CSR Day 2016 di animaimpresa, la sostenibilità come chiave strategica.

Imprese protagoniste alla nuova edizione del CSR Day di animaimpresa, dal welfare aziendale alle B-Corp, dalla sostenibilità alla forza dell’economia collaborativa.

CSR Day

CSR Day 2016, di cosa si è parlato?

Un’incantevole Villa Manin ha fatto da cornice alla nuova edizione del CSR Day di animaimpresa, l’associazione di imprese e professionisti del Nord-Est impegnata nella CSR e sostenibilità strategica, lo scorso 28 Ottobre.

Tra i protagonisti del CSR Day le persone, le risorse capaci di generare cambiamento e sensibilizzare in direzione di una cultura della sostenibilità nelle imprese anche altri attori sociali. La giornata, moderata dal professor Marangon (UNIUD), introdotta dal presidente dell’associazione, Fabrizio Cattelan, nonchè amministratore delegato di CDA, ha visto diverse aziende al centro dell’attenzione in tre differenti contesti: welfare aziendale, B-Corp e “peer to peer”.

Come creare valore per i dipendenti?

Sul welfare aziendale, è “women’s power” con Chiara Cristini, ricercatrice di IRES FVG, la quale ha illustrato un quadro sul work life balance e passare da un problema a opportunità di sviluppo. Mantenere l’equilibrio tra l’azienda, le persone e il sistema, migliorare il clima aziendale e dare un impatto positivo al benessere organizzativo. Creare un ecosistema consapevole andando oltre la semplice ricerca di flessibilità d’orario per i lavoratori, dando impulso alla creatività dei dipendenti per un maggior ritorno economico. Trovare le soluzioni più efficaci di wlb è una sfida interessante. Al CSR Day ha fatto seguito Fiammetta Fabris di Unisalute, che ha illustrato come affrontare i cambiamenti nel welfare previsti con la nuova legge di stabilità, in particolare coi programmi di sanità integrativa, e Cristina Nosella, di CGN con una visione innovativa sul lavorare divertendosi. Una prospettiva difficile da immaginare con il sistema tradizionale e restio al cambiamento da parte dello stivale, tuttavia soluzione intrigante, su una base di coerenza e trasparenza, all’insegna dell’energia creativa, della formazione, e degli “esploratori culturali”.

B-Corp Talk!

Il B-Corp Talk ha visto dialogare Annamaria Tuan (in foto), ricercatrice pisana, ma friulana d’adozione, segretaria di animaimpresa con Massimo Casullo di NWG, per spiegare la crescita oltre alla differenza tra le benefit corporations e le Società Benefit, accumunate dalla ricerca della sostenibilità nella strategia aziendale e dal benessere collettivo come obiettivo comune.  Leggi anche Capitani coraggiosi: da aziende egocentriche a ecocentriche.

Cosa vuol dire oggi fare CSR?

Infine il sottoscritto, Francesco Toffoletto per CSRNatives ha intervistato Maurizio Giangreco di Bureau Veritas (Certificazioni di Sicurezza e Qualità), per far emergere l’evoluzione dell’attenzione della sostenibilità verso una visione collaborativa, legata al concetto di rete e relazioni con gli stakeholder. Bureau Veritas vede inoltre la responsabilità sociale perfettamente integrata nella propria mission e strategia aziendale.  Al CSR Day di animaimpresa si è visto un quadro completo di cosa vuol dire oggi fare CSR, non più una mera filantropia o macchina slegata all’azienda, ma un’asse portante perfettamente interagente e inclusivo nelle strategia d’impresa.

Unisciti a Greenhold

A te la parola

commenti