Innovazione e Sostenibilità nelle pmi: come affrontare il cambiamento.

Quattordicesimo Salone d’Impresa a Padova.  Nella due giorni tenutasi all’auditorium Pontello presso la Fondazione Opera Immacolata Concezione, al centro la grande trasformazione che vede le imprese protagoniste. .

pmi cambiamento

Come affrontare il cambiamento?

Parlando del libro “Anticipare il futuro“, gli autori Roberto Siagri, di Eurotech, e Alberto Felice De Toni, rettore dell’Università di Udine, hanno introdotto i lavori il 14 Maggio, ponendo al centro il grande cambiamento in atto nel mondo economico e le difficoltà da affrontare per le aziende italiane. L’impresa ambidestra al centro del dibattito. Al giorno d’oggi è necessario guidare un’impresa sotto un doppio filone di pensiero e strategia: da una parte il processo che dia continuità ai flussi, dunque sistemi efficienti, procedure, routines, e d’altra parte il circolo discontinuo, ovvero il miglioramento continuo, l’innovazione, l’avanzamento incrementale. Per Siagri “è necessario innanzitutto darsi una visione, con una mission capace di adattarsi ai tempi, servono persone con background diversi per implementare la strategia adottata”, ma è essenziale bilanciare i due modelli di gestione sopracitati, le difficoltà sta nel trovare la giusta dialettica tra le due strategie.  Una delle ricette per le pmi, che vedono complicato investire per stare al passo coi tempi e anticipare i competitors, risulta essere l’outsourcing della ricerca. Destinare a università e centri di ricerca l’innovazione e poi svilupparla al proprio interno, è la mossa giusta e porta a una riduzione notevole dei costi. Alleanze e networking necessario per sopravvivere, tramite il brokeraggio di idee e ricerca. Si parla dunque di innovazione aperta e di “bussare alle porte dei trend per poi sviluppare” (Matteo Maestri, a.d. Brieda & C.).

Leggi anche Pianificazione e Sistemi di controllo: un approccio sostenibile

Cambiamento e Welfare aziendale.

Il panel successivo ha dato spazio concreto alle aziende e alla sostenibilità, quale mossa strategica necessaria al giorno d’oggi, valutata non solo in termini economici e ambientali, ma anche sociali. Di welfare aziendale ha parlato la responsabile HR del Colorificio San Marco: sicurezza alimentare, attenzione al benessere anche fisico in azienda (250 dipendenti) tramite una cultura dell’alimentazione e una palestra aziendale. Interessante la piattaforma informatica resa disponibile a tutti i lavoratori per convertire i premi sui risultati in beni e servizi con le varie interfacce a disposizione (ad esempio come convertire e calcolare il risparmio fiscale).  Dal colosso CAME, rappresentato dal presidente Paolo Menuzzo, l’ulteriore necessità di innovare, scorgere il futuro e anticipare, ma anche farsi conoscere all’estero, esternalizzando il brand, in sintesi “mai stare fermi”. Leggi anche CAME protagonista a Open Factory.

Si può governare la sostenibilità?

L’ultimo panel, moderato da Romina Noris, ha visto chiudere il cerchio sulla sostenibilità nelle pmi, quale leva di cambiamento e nuova rotta per la strategia d’impresa. Pratiche ecosostenibili, progetti da comunicare in maniera adeguata, ricerca dell’efficienza energetica, “avere una prospettiva più estesa, andando oltre i propri cancelli”  (G. Dani di Dani Group). Bisogna porre i consumatori in condizione di capire come lavora l’impresa, non è semplice governare la sostenibilità; “fondamentale gestire il fenomeno quale leva di marketing” – ha ricordato Marana di Ecozema –  “e mappare la filiera intera nel rispetto degli standards ambientali, non solo il proprio stabilimento” – ha affermato Pedon di Pedon spa. La governance della sostenibilità, di cui molte aziende italiane sono inconsapevoli di praticare, è il punto su cui le imprese dovranno lavorare ancora per mitigare gli effetti del cambiamento.

CSR e intangibles.

La Corporate Social Responsibility e la sostenibilità parte integrante della mission aziendale, fondamentale per creare valore, distribuendo prodotti sicuri e valorizzando il capitale intangibile, fonte di vantaggio competitivo oggi più che mai.

Unisciti a Greenhold

A te la parola

commenti